PASSWORD RESET

Come utilizzare un calibro

5.81K 0

calibro 1_opt

 

 

Con il calibro si possono misurare:

  1. Le dimensioni esterne, a, di un oggetto posto tra le ganasce A
  2. Le dimensioni interne, b, per mezzo delle ganasce B
  3. La distanza, c, tra due livelli di un oggetto (ad esempio, la profondità di una cavità) individuata dalla parte esterna del regolo, C, e dall’estremo di un’asticella solidale con il cursore, D.

Le misure vengono lette su una scala millimetrata incisa sulla parte fissa del calibro (il regolo) in combinazione con una lettura  sulla scala incisa sul cursore (il nonio). In un calibro ventesimale, una divisione sul nonio corrisponde a 0,5 mm; in un calibro cinquantesimale, una divisione sul nonio corrisponde a 0,2 mm. Sulla scala fissa del regolo si legge il valore della misura in centimetri o in decine di millimetri in corrispondenza della divisione che precede lo zero del nonio, sulla scala mobile del nonio si leggono i ventesimi (va di 5 in 5) o i cinquantesimi  (va di 2 in 2) di millimetro in corrispondenza della prima divisione del nonio che coincide con una divisione del regolo.

Esempi:

calibro 2 ferramenta utensileria olgiate comasco

La tacca sul regolo che precede lo zero del nonio indica la misura di 4,7 cm = 47 mm; la prima tacca sul nonio che coincide con una tacca sul regolo indica la misura di 0,90 mm, quindi l’oggetto misura 47,90 mm.

calibro 2 ferramenta utensileria olgiate comasco

La tacca sul calibro che precede lo zero del nonio segna la misura 0,7 cm = 7 mm, la prima tacca sul nonio che coincide con una tacca sul regolo indica la misura di 0,40 mm quindi l’oggetto misura 7,40 mm.

calibro 1 ferramenta utensileria olgiate comasco

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.